mamma, momlife

COME CI SIAMO LIBERATI DEL CIUCCIO…

Mi rendo conto che spesso non realizziamo quanto siano forti i nostri bambini, giorno dopo giorno affrontano a testa alta le loro piccole ma grandi battaglie e cercano con tutte le loro forze di salire quegli scalini che sempre di più li avvicinano all’ “essere grandi”.

Nel corso dell’estate appena conclusa, la mia principessa ha raggiunto due obiettivi importantissimi, togliere il pannolino e il ciuccio.

E per lei non è stato assolutamente facile affrontare tutto questo, ogni giorno la vedevo in conflitto con la sua voglia di crescere e quella invece di fermarsi ancora un po’, come fosse stata su di un trampolino a decidere se fare o meno quel tuffo così alto.

Delle due battaglie sono convinta che quella del ciuccio sia stata la più dura per la mia bimba, perché anche se adesso non lo usa già da un po’, capita ancora che ogni tanto si svegli di notte piangendo e cercandolo.

Con i miei bambini non sono per le forzature, quindi anche se il pediatra ci aveva detto che oltre i 2 anni e mezzo il suo utilizzo avrebbe potuto darle problemi futuri al palato, non mi sono sbizzarrita in rocambolesche imprese per nasconderglielo, farlo volare via o quant’altro.

Credo semplicemente nel rispetto dei loro tempi e con il ciuccio è accaduto proprio così.

La mia bimba ha sempre avuto un legame molto forte con il suo ciuccio, al contrario del suo fratellino che invece lo utilizza solo per dormire, lei lo aveva sempre in bocca.

Ricordo ancora quando al supermercato con un lancio è finito proprio sotto la corsia…mi sono messa per terra a pancia in giù per cercare di recuperarlo, ho chiamato gli addetti al reparto ma niente e così alle 9 e mezza di sera mi sono precipitata alla Prenatal per ricomprarle esattamente lo stesso ciuccio.

Già, perché per i bambini un ciuccio non vale l’altro, si abituano con un modello e quello sarà sempre.

Il preferito della mia bimba è sempre stato il Gommotto della Chicco, nella versione in silicone

Lo abbiamo comprato ovunque, in farmacia, nei negozi specializzati, su Amazon e di tutti i colori possibili, al suo fratellino invece non piace proprio, lui adora quelli della Avent.

Quando a febbraio scorso abbiamo fatto il passaggio alla materna, ha cominciato ad utilizzarlo a scuola solo per dormire e a casa ancora praticamente sempre.

Dopo qualche mese, quando uscivamo mi diceva “mamma tienilo tu il ciuccio altrimenti mi dicono bimba piccola” e così siamo passati ad utilizzarlo a casa solo per dormire e a scuola mai, tanto che me lo hanno restituito.

Poi una sera, era tardi e aveva rotto l’ennesimo ciuccio ma così tanto che la parte davanti richiava di staccarsi e di finirle in gola.

Così le ho spieegato che per quella notte non avremmo potuto utilizzarlo perché sarebbe stato troppo pericoloso e lei senza fare nemmeno troppe storie mi ha detto di metterlo via.

Il giorno dopo io e mio marito non siamo andati a comprarne uno nuovo, siamo arrivati di nuovo alla sera e per la nanna ha chiesto di nuovo il suo ciuccio.

Le abbiamo spiegato nuovamente che era troppo rotto per poterlo usare, siamo andate in cucina, lo ha preso, guardato e posato di nuovo addormentandosi senza.

La sera successiva stessa storia ma questa volta dopo averlo controllato mi ha detto “mamma buttiamolo è troppo pericoloso” e lo ha buttato nel cestino dell’immondizia, le ho detto di tenerlo così ogni volta che le veniva in mente di prenderlo poteva controllare quanto fosse pericoloso ma non ha voluto sentire ragioni, ha voluto proprio buttarlo via.

E così ce ne siamo liberati per sempre.

Non sono mancate le notti in cui si svegliava piangendo e cercandolo ma non sono state nemmeno così tragiche, ricordava la decisione presa di buttarlo e si tranquillizzava.

Ora ogni tanto per gioco, mette in bocca quello di suo fratello…ma solo perché l’occasione è sempre giusta per fargli qualche scherzo.

E la magia dei bambini non smetterà mai di lasciarmi a bocca aperta…quanta fermezza in una decisione, più di quanto noi adulti sapremmo fare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...