donne, famiglia, gravidanza, mamma

BABY PIT STOP…

Ho allattato al seno la mia prima bimba fino a circa gli 11 mesi, allattamento a richiesta, che significa quando ha fame ha fame.

È bellissimo, fa benissimo ed è tutto molto issimo, fino a quando rimane fra le quattro mura di casa propria, quando invece ci si trova nella società si, l’ansia prende il sopravvento.

Ricordo ancora le paranoie quando era il momento di uscire, dover fare i conti con l’orologio…se aveva appena mangiato avevo a disposizione circa due ore di autonomia, se invece era passato già un po’ di tempo dall’ultima poppata, finiva sempre che facevamo una piccola ripresa prima di uscire.

Ma l’allattamento è così, non è detto che passino due ore tra una poppata e l’altra, come non è detto che la ripresa allontani la poppata successiva.

Succedeva che dovunque io fossi, mi toccava far mangiare la mia bimba e purtroppo non è sempre possibile trovare dei luoghi riservati in cui allattare.

Così per quanto cercassi di farlo nel modo più discreto possibile, gli sguardi delle persone li senti tutti addosso.

Che siano di tenerezza o di disapprovazione erano per me fonte di imbarazzo e di farmi sentire in qualche modo di non fare la cosa giusta per quanto fosse la cosa più naturale del mondo.

La creazione dei Baby Pit Stop mi ha fatto capire quanto non fossi l’unica a provare quella sensazione di disagio.

Ma facciamo un passo indietro…cosa sono i Baby Pit Stop?

Baby Pit Stop prende il nome dalla nota operazione del “cambio gomme + pieno di benzina” che viene effettuata in tempi rapidissimi durante le gare automobilistiche di Formula Uno e, nel caso di noi mamme, il cambio riguarda il pannolino, e il “pieno” è di sano latte materno, ricco di nutrienti e di anticorpi.

Si tratta di ambienti protetti, in cui le mamme possono sentirsi a proprio agio per allattare il loro bambino e provvedere al cambio del pannolino.

Stupendo…ma come facciamo a sapere dove sono questi luoghi magici?

In nostro soccorso c’è il sito

https://babypitstoppers.com/app/index.html

Che grazie alla geolocalizzazione ci permette di scoprire i luoghi più vicini a noi.

Così ho scoperto che anche il comune in cui vivo ha aderito a questa iniziativa e tanti altri negozi e strutture intorno a me.

Per tutte le informazioni puoi curiosare qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...